VITIQUE: LA NUOVA RISTORAZIONE CHIANTIGIANA

Non solo Vino
Un’apertura nell’apertura.

Ad una manciata di chilometri da Greve in Chianti, immerso nelle dolci colline chiantigiane, spegne da poco due candeline l’ultimo nato della proprietà Santa Margherita gruppo vinicolo: “Vitique”.

Nato come bistrot all’interno della cantina di Santa Margherita Tenimenti Toscani, in una bellissima struttura elegante e avvolgente, vede i progetti lungimiranti di Alessandro Marzotto -Hospitality Manager- e Dario Nenci, nome quest’ultimo già noto nella provincia gigliata per aver fondato I Mal’avvezzi,
i quali stanno apportando linfa vitale ad una zona che scarseggia di ristoranti importanti.

Un “cantiere” aperto, il quale sta vedendo nascere in una sala adiacente il nuovo ristorante, che si differenzierà dal già esistente bistrot, aprendo solo a cena, e ovviamente con un menù dedicato. Una struttura ancora più intima e appartata, la quale si affaccia su una bellissima terrazza, che conterà circa 20 posti interni e 10 esterni.

Nei pur sempre pochi due anni, Dario, è riuscito a comporre una squadra giovane e frizzante, con voglia di emergere e mettersi in gioco.

In cucina Antonio Guerra, ventottenne brianzolo, con origini pugliesi, da soli quattro mesi inserito in questo progetto, cresciuto professionalmente con Antonio Taglienti al Lume, per poi passare sotto le fila di Giancarlo Morelli, dove l’esperienza è stata significativa sotto molti aspetti, per approdare in Toscana con Antonello Sardi alla Bottega del Buon Caffè a Firenze.

Giovane ma con una mano sicura e consapevole, senza troppi orpelli o intrecci improbabili, riesce a mettere nel piatto pochi ingredienti e ben scanditi l’un l’altro, con pulizia, rigore ed intensità di sapore, riuscendo a mantenersi leggero e digeribile.
Una cucina che si avvale della migliore materia prima locale e nazionale, valorizzando il prodotto riuscendo ad elevarlo come attore protagonista di ogni piatto.

In sala un mix tra ragazzi giovani e leve più esperte, che sembrano muoversi con disinvoltura e attenzione.

Ma “Vitique” è anche bottega che promuove artigianato gastronomico ed artistico, locale e nazionale: dalla pasta alle conserve, dal cioccolato alle porcellane, un’idea singolare con la quale si cerca di coinvolgere le tante eccellenze del nostro paese.

Luogo di passaggio per tantissimi turisti stranieri, ma appena le gente del luogo e i vari sedicenti gourmet italiani, si renderanno conto di cosa stiamo parlando, il telefono inizierà a bruciare. Idee chiare, molta sostanza, poca fuffa.

Unico neo la carta dei vini, quasi tutta improntata sui vini del gruppo, anche se Dario sta inserendo piano piano alcune referenze di piccoli artigiani e nomi importanti a livello internazionale.

Nelle foto alcuni piatti del menù che verrà proposto nel nuovo ristorante, in apertura a breve.

Daje ragazzi, spaccate!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Close